verifiche tecniche

MATRAXIA DAL 1961
servizi

L'impiego sempre più massiccio di energia elettrica, dovuto allo sviluppo tecnologico, comporta pericoli di elettrocuzione (contatti diretti e indiretti) sempre più frequenti per le persone. Le norme CEI prevedono una serie di verifiche periodiche tendenti a mantenere la sicurezza negli impianti. Ad esempio, negli ospedali, in cui sono sempre in agguato rischi di macro e microshocks, tanto da richiedere impianti elettrici speciali (con trasformatore d'isolamento, di egualizzazione, ecc..), secondo norme CEI 64-8/7.
Per tali locali medici, sono previste verifiche iniziali prima della messa in funzione dei reparti (od anche semplici ambulatori), e verifiche periodiche aventi durata tre anni, con verifiche semestrali, annuali, biennali e triennali.
Questa ditta è attrezzata di idonea strumentazione per eseguire tutte le verifiche richieste dalla normativa, di cui elenchiamo le più importanti:
- misura resistenza di terra nei sistemi TT e TN;
- misura impedenza dell'anello di guasto (Zs);
- misura della resistenza dei conduttori di protezione ed equipotenziali nei locali medici;
- misura della corrente di dispersione nelle apparecchiature elettromedicali;
- verifiche in generale nei sistemi IT (ospedali, trasmettitori TV, ecc.)
- misura delle tensioni di passo e contatto nelle cabine elettriche di media tensione.
- tarature, misure e prove di funzionamento dei sistemi di protezione nelle cabine elettriche MT/BT, da effettuare, obbligatoriamente, per le connessioni in media tensione (utenze con proprie cabine MT/BT).
- collaudi, misure e prove di funzionamento dei sistemi di protezione da effettuare per le connessioni di impianti fotovoltaici alla rete di bassa e media tensione (ultima delibera: AEEG 80/2012/R/EEL e allegato TERNA A.70);
- misura delle correnti di dispersione negli apparecchi elettromedicali (obbligatorie per il datore di lavoro), in riferimento all'art. 71, comma4, allegato VI, del D.lgs. 9 aprile 2008, n.81. Il datore di lavoro ha l'obbligo, altresì, ti tenere un registro delle verifiche; sono previste pesanti sanzioni pecuniarie per l'inosservanza a tale obbligo.
Il DPR 462 del 22 ottobre 2001, pubblicato l'8 gennaio 2002 ed entrato in vigore il 23 gennaio 2002, contiene il regolamento di semplificazione del procedimento per la denuncia di installazioni e dispositivi di protezione contro le scariche atmosferiche, di dispositivi di messa a terra di impianti elettrici e di impianti elettrici pericolosi.
Tale regolamento disciplina gli impianti realizzati nei luoghi di lavoro, intendendo per luoghi di lavoro le attività soggette al DPR 462/01, cioè "tutte le attività alle quali siano addetti lavoratori subordinati o ad essi equiparati ai sensi dell'art. 3, comprese quelle esercitate dallo Stato, dalle Regioni, dai Comuni, dagli Enti Pubblici e dagli istituti di istruzione e di beneficenza", le procedure e le modalità di omologazione e di effettuazione delle verifiche periodiche.

Vuoi un preventivo?

Vuoi un preventivo ? Indicaci: n. Locali medici, n. quadri elettrici, n. lampade di emergenza, dimensioni dell'ambiente MQ.

Inviaci una email oppure chiama per fissare un appuntamento.

Le nostre certificazioni