Adeguamenti cabine elettriche

MATRAXIA DAL 1961
adeguamenti cabine elettriche

L' Autorità per l’energia elettrica e per il gas con delibera n. 247/04 del 28/12/04 ha stabilito le condizioni alle quali i clienti in alta e media tensione hanno diritto ad indennizzi automatici, a seguito di un elevato numero di interruzioni lunghe nell’anno (superiori a tre minuti per interruzione).
L’ Autorità ha anche introdotto un costo addizionale annuo (CTS: corrispettivo tariffario specifico) a carico degli utenti esistenti che non rispettano tali condizioni.
Il diritto ad ottenere gli indennizzi si acquisisce, però, se l’utente adegua i propri impianti (la cabina elettrica, lato alta o media tensione) alle disposizioni delle norme CEI 0-16, che hanno sostituito la delibera di cui sopra.L’adeguamento per le cabine esistenti non è obbligatorio, ma in mancanza si dovrà pagare una penale (CTS), e quindi con un aggravio del costo dell’energia elettrica.
Stabilire quello che conviene fare non è facile, perché dipendente da tanti fattori.
Questa ditta, che vanta una esperienza di oltre 50 anni nel campo impiantistico / elettrotecnico, è a disposizione delle aziende per una consulenza tecnica mirata ad attuare la soluzione più conveniente.

Adeguamenti cabine impianti fotovoltaici

Lo sviluppo della generazione diffusa di impianti fotovoltaici, eolici, etc., paradossalmente ha  determinato seri problemi in merito a:
• stabilità della rete di trasmissione nazionale;• formazione di un’isola indesiderata sulla rete di distribuzione;
• inversione del flusso di potenza.

Si tratta di problematiche complesse, per cui ci si limita in questa sede ad enunciare la delibera di una nuova norma, la CEI 0-21, pubblicata il 23 dicembre 2011, per la connessione degli utenti alla rete in bassa tensione, seguita dalla delibera del 9 marzo 2012 pubblicate sul sito dell’Autorità, e porta la sigla 84/2012/R/EEL.
Le problematiche determinate da tali impianti, come si diceva prima, hanno indotto il legislatore ad approvare l’allegato A.70 al codice di rete di TERNA (www.allegatoa70.it) , e ne stabilisce tempi e modi di esecuzione, premiando, con un rimborso, chi rispetta le scadenze fissate per l’adeguamento.
Mentre per gli impianti inadempienti, l' Autorità, con la delibera 613/2016/e/eel del 27/10/16, ha intimato ai produttori inadempienti di adeguare gli impianti connessi in media tensione, entro e non oltre:- il 31 gennaio 2017, per gli impianti di produzione di potenza superiore a 50KW;- il 31 marzo 2017, per gli impianti di produzione di potenza fino a 50KW.


Per la esecuzione di quanto sopra elencato, la Matraxia Srl. si avvale di uno staff tecnico di ingegneri e periti industriali specializzati.
La Matraxia Srl è operante nel settore impianti elettrici industriali da oltre 50 anni, e spazia nell’attività elettrica dalla progettazione (progetti firmati), alla consulenza, all’installazione, alla manutenzione, etc.
Nel ricordare che l’adeguamento dell’impianto fotovoltaico di cui si parla è dovuto per gli  impianti con potenza maggiore di 50 KW, si fa presente che non c’è una regola fissa dell’adeguamento perché dipende da tanti fattori.
Siamo a disposizione per effettuare un sopralluogo e, senza alcun impegno, redigere un preventivo supportato da una esauriente relazione sulle soluzioni proposte.

Le nostre certificazioni